Giorgio e Lucrezia: oro mondiale nel duo misto

Aggiornamento: 24 giu

E' ancora medaglia d'oro per Giorgio Minisini, il campione del mondo è ancora una volta lui, sempre nel duo misto. Nel 2017 fu con Manila Flamini oggi è Lucrezia Ruggiero.

I due campioni, allenati dai tecnici federali Patrizia Giallombardo e Roberta Farinelli (tecnico Aurelia da oltre vent'anni), sono entrambi romani e si sono conosciuti proprio nel nostro impianto sportivo, ancora bambini. Entrambi con doppio tesseramento in Fiamme Oro, trasmettono la loro empatia e amicizia dentro e fuori dall'acqua. Per Lucrezia, 22 anni appena compiuti a inizio mese, è stata la prima gara internazionale: "Sono contenta di quanto fatto. Giorgio è un esempio, ci conosciamo da quando siamo bambini, abbiamo sempre nuotato insieme all'Aurelia, ma nel momento in cui sono stata scelta come sua compagna nel duo ho dovuto resettare tutto, compiere un passo indietro di umiltà, affidarmi ai tecnici e ai suoi consigli, che ha molta più esperienza di me. Abbiamo lavorato tanto per creare quel feeling indispensabile per poter esibirsi con successo e penso che ci siamo riusciti" le sue parole dopo la gara. Allenarsi con re Giorgio l'ha aiutata nel suo percorso di crescita, su questo non c'è alcun dubbio, ma i meriti per questa medaglia spettacolare sono per metà suoi; quel sorriso che annulla ogni sforzo, quei movimenti perfetti che nascondono infiniti sacrifici, quella sensualità e quella forza che esprime ad ogni esibizione. Tutte caratteristiche di una vera campionessa. Mondiale.

Su Giorgio c'è ben poco da dire:"Eravamo in pieno controllo, ho avvertito la sensazione che nessuno avrebbe potuto fermarci. Oggi festeggiamo questo bellissimo titolo mondiale e da domani si pensa al prossimo obiettivo perché voglio sempre di più" queste le sue parole; come contraddirlo. E' il re indiscusso del nuoto sincronizzato mondiale o se preferite artistico, la sua tecnica è di un altro livello rispetto agli altri uomini del duo, anche un neofita del sincro lo capisce, quello che invece nessuno riesce a capire è come sia possibile che il Duo Misto non sia tra le medaglie olimpiche, solo per la bellezza dell'esibizione. Questo è il vero mistero.